Antonio Franchi
Edilizia

L’edilizia sostenibile è al centro dei progetti di Antonio Franchi: i dettagli della ristrutturazione di Palazzo Ravasio

0 10

Se fino a qualche anno fa la sostenibilità ambientale era considerata un elemento marginale e trascurabile nel settore dell’architettura, dell’ingegneria e dell’edilizia (AEC), oggi è diventata invece una componente indispensabile. Consapevole dell’importanza di creare progetti sempre più ecosostenibili, Antonio Franchi, alla guida di The Residenze, utilizza da sempre un approccio green nei suoi interventi di edilizia. Sono di fatto sempre più numerosi i professionisti AEC di tutto il mondo che fanno della sostenibilità il fulcro della loro attività: del resto l’edilizia sostenibile è diventata fondamentale nella sfida contro il cambiamento climatico e nella tutela dell’ambiente.
Esistono diverse strategie da adottare al fine di ridurre l’impatto sull’ecosistema: dai prefabbricati, passando per le ristrutturazioni, fino all’utilizzo di materiali 100% green. La costruzione e demolizione degli edifici, ad esempio, causa tonnellate di detriti che potrebbero essere ridotti attraverso la creazione di prefabbricati. Il trasferimento del processo costruttivo dal cantiere alla fabbrica è infatti in grado di limitare gli sprechi. Il nuovo approccio green prevede inoltre scelte sostenibili anche per quanto riguarda i materiali e gli impianti. Se da una parte è possibile realizzare nuove costruzioni più verdi, è anche vero che la ristrutturazione di edifici esistenti dimostra avere un orientamento ancora più sostenibile.
A tale proposito, per il progetto di ristrutturazione di Palazzo Ravasio – storico edificio signorile della città di Verona – il team guidato da Antonio Franchi è impegnato nella valorizzazione delle peculiarità e dell’eleganza dello stabile, integrando al contempo materiali certificati in grado di rispondere a precisi requisiti prestazionali di emissività. Dal momento che i settori AEC devono essere innovativi e porre al centro le esigenze del cliente, negli ultimi anni sempre più attento alle tematiche green, gli interventi di ristrutturazione per Palazzo Ravasio saranno capaci di garantire comfort, sicurezza e risparmio energetico.
Lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabile, unito a impianti all’avanguardia e sistemi di isolamento finalizzati a garantire il comfort termico e limitare i consumi, trasformerà Palazzo Ravasio in un edificio in classe A. Andando un po’ più nel dettaglio nella proposta impiantistica all’avanguardia e a totale energia rinnovabile, due generatori in pompa di calore aria-acqua, alimentati solo da energia elettrica, consentiranno il funzionamento della climatizzazione invernale ed estiva e della produzione sanitaria. Mentre un meccanismo di ventilazione, pensato per eliminare gli inquinanti presenti ed evitare sprechi energetici, garantirà una qualità dell’aria indoor costante. Per quanto riguarda invece i materiali, le finestre, grazie a processi altamente sostenibili, saranno realizzate in legno, i pavimenti invece saranno completamente biocompatibili. L’isolamento termico delle pareti prevede l’integrazione con diversi componenti per assicurare un ottimo isolamento termico e acustico, riducendo gli inquinanti e garantendo ambienti sani e confortevoli. Le pareti saranno poi rivestite con un biointonaco di fondo a base di calce naturale e rifinite successivamente con un’idropittura organica minerale eco-compatibile oppure con un bio spatolato totalmente ecologico.
È quindi evidente come l’utilizzo di materiali e impianti green sia una delle priorità progettuali di Antonio Franchi.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *