Infrastrutture

Vito Gamberale ha partecipato al Convegno “L’Italia del Futuro: le reti che connettono il Paese”

0 4

Vito Gamberale

Lo scorso 25 novembre, l’Ing. Vito Gamberale ha partecipato, in qualità di Amministratore Delegato di F2i, al convegno organizzato dalla Fondazione Italianieuropei dal titolo “L’Italia del Futuro: le reti che connettono il Paese”.

In occasione del suo intervento, Vito Gamberale ha esordito ricordando che troppo spesso, nel nostro Paese, si enfatizzano le inefficienze, mentre si tace su quelle che sono le eccellenze, di cui il Paese potrebbe e dovrebbe invece dichiararsi orgoglioso.

Vito Gamberale ha poi voluto limitare il proprio intervento al settore aeroportuale, in cui F2i è presente attraverso le proprie società partecipate negli aeroporti di Napoli, Torino, Milano, Firenze, Bergamo e Bologna. Secondo l’Amministratore Delegato di F2i, due sono i principali punti di debolezza del sistema aeroportuale nazionale: la proprietà prevalentemente pubblica e l’eccessiva numerosità degli scali aeroportuali (100).

VITO GAMBERALE_25_11_2013_ITALIANIEUROPEI 007

L’Ing. Gamberale ha ricordato come lo scorso Governo abbia effettuato uno sforzo volto alla riduzione dell’eccessivo numero di scali aeroportuali. Uno sforzo rivelatosi però vano, considerata la recente decisione del nuovo Governo di aprire due nuovi aeroporti, rispettivamente a L’Aquila e Comiso.

Nel caso de L’Aquila, in particolare, Vito Gamberale ha stigmatizzato il fatto che la ricostruzione di una città duramente colpita dal terremoto non dovrebbe ripartire dall’aeroporto ma da ben altre priorità.

VITO GAMBERALE_25_11_2013_ITALIANIEUROPEI 010Per quanto riguarda invece la proprietà degli aeroporti, Gamberale ha ricordato che gli aeroporti privati in Italia sono soltanto quattro e che, contrariamente a quanto si possa ritenere, le privatizzazioni in Italia hanno avuto esito positivo, eccetto nel caso di Telecom Italia, contribuendo alla riduzione del debito pubblico ed in particolare alla riduzione dell’indebitamento degli enti locali.

 

F2i – Fondi italiani per le infrastrutture, è uno dei più grandi fondi infrastrutturali al mondo con investimenti focalizzati su un solo Paese. In Italia, F2i ha contribuito e sta contribuendo alla creazione ed al consolidamento di filiere di settore in ambito infrastrutturale, dando vita a campioni nazionali in vari comparti tra cui, oltre a quello aeroportuale, nel settore della distruzione del gas, delle energie rinnovabili e delle telecomunicazioni.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

News

Tag

21 Investimenti A2A Alessandra Fornasiero Alessandro Belloni Alessandro Benetton Alkemy Alkemy S.p.A. Almo Collegio Borromeo Amos Genish Andrea Girolami Andrea Prencipe Anna Tavano Antonio Franchi Arturo Bastianello Auro Palomba Beatrice Trussardi Bernardo Bertoldi Carlo Malinconico Claudio Descalzi Clouditalia Cogefim Community Community Group Cristina Scocchia Davide Apollo Davide Serra Diego Biasi EI Towers Elisabetta Ripa Emanuele Degennaro Enel Ernesto Pellegrini EXITone Ezio Bigotti F2i fabbro Fabio Inzani Fabrizio Palermo Federico Cervellini Federico Motta Editore FME Education Fondazione Giovani Leoni ETS Frabemar Francesco Bevere Francesco Starace FSI Gianfranco Battisti Gianluca Ius Gianpietro Benedetti Giovanni Lo Storto Giuseppe Recchi Gregorio Fogliani Gruppo Danieli Gruppo PAM Gruppo Riva Gruppo Uvet ICS Maugeri S.p.A. ICS Maugeri Spa IRIDEOS Iyad Farah Lorenzo Damia Luca Valerio Camerano Luigi Ferraris L’Oréal Italia Marcella Marletta Marilisa D’Amico Mario Putin Martin Gruschka Martin Gruschka Massimo Pessina Mauro Moretti Mauro Ticca Moby Spa PAM Paola Severino Paolo Campiglio Paolo Risso Parajumpers Pessina Costruzioni PFE S.p.A. Quercus Quercus Assets Selection Renato Mazzoncini Renato Ravanelli Rinaldo Ceccano Salvatore Leggiero Salvatore Navarra Sebastien Clamorgan Serenissima Ristorazione Springwater Capital LLC Springwater Capital LLC Stefano Donnarumma Susanna Esposito t2i Terna TWT Venia international Vito Gamberale Vittorio Massone William Fabbro