Trasporti e logistica

F2i entra nel capitale di CFI, Renato Ravanelli: “Trasporto ferroviario settore essenziale per il sistema produttivo”

0 3

Il Fondo nato dalla partnership tra F2i e Ania conclude la sua prima operazione: è stato infatti acquisito il 92,5% del capitale della Compagnia Ferroviaria Italiana S.p.A., operatore indipendente specializzato nel settore dei trasporti merci. Avviato con l’obiettivo di investire nelle infrastrutture del Paese per agevolarne la crescita. A gestirlo la società guidata da Renato Ravanelli: “Con questa operazione il fondo Ania F2i si posiziona in un settore essenziale per il sostegno del sistema produttivo nazionale e allo stesso tempo determinante per contribuire alla progressiva decarbonizzazione dell’attività di trasporto merci in Italia“. Con circa 230 dipendenti, 170 treni settimanali e ricavi annuali di 64 milioni di euro, CFI S.p.A. è al terzo posto in Italia per fatturato assoluto, preceduta solo da Captrain e Mercitalia, divisione di FS. Le prospettive di crescita hanno portato il Fondo a investire in un comparto che nei prossimi anni è destinato ad aumentare la sua rilevanza nell’economia nazionale: il trasporto delle merci su ferrovia è infatti in linea con le direttive europee che puntano alla decarbonizzazione del settore. La pandemia causata dal Coronavirus ha inoltre evidenziato quanto per un Paese sia fondamentale possedere una rete ferroviaria efficiente. Con Renato Ravanelli, F2i continua la sua strategia di integrazione con l’obiettivo di creare economie di scala: CFI entrerà infatti a far parte della rete di infrastrutture della società, che attualmente gestisce porti merci, autostrade e reti di distribuzione energetica.

Per maggiori informazioni:
https://www.corriere.it/economia/aziende/20_aprile_20/f2i-entra-trasporto-merci-ania-compra-compagnia-ferroviaria-78387914-8325-11ea-86b3-8aab0c7cf936.shtml

F2i entra nel capitale di CFI, Renato Ravanelli: “Trasporto ferroviario settore essenziale per il sistema produttivo” 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

  • Italiano
  • English
  • Norvegese
  • Français

Ultime news