Categorie

Carlo Malinconico

Carlo Malinconico

Carlo Malinconico, dopo la maturità classica, conseguita a Trieste, dove compie l’intero ciclo scolastico fino al primo anno d’Università, prosegue i suoi studi a Milano, frequentando la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi. Nel 1972 si laurea con una tesi in materia di Diritto Penale dal titolo: “La responsabilità del direttore di periodico per i reati commessi a mezzo stampa”.
Dopo aver adempiuto al dovere del servizio di leva, nel ruolo di sottotenente, Carlo Malinconico supera nel 1976 l’esame che lo rende idoneo all’esercizio della professione legale a Milano, presso la Corte d’Appello. Vinto il concorso, diviene Procuratore dello Stato e Uditore Giudiziario e nel 1980 è attivo come Avvocato dello Sato. Ricopre tale ruolo sino al 1985: le sue responsabilità sono estese alle funzioni di consulenza e difesa per la Regione e lo Stato in cause civili, penali e amministrative. Riesce a ricoprire per venti anni l’importante ruolo di Consigliere di Stato grazie al superamento di un ulteriore impegnativo concorso, assumendo l’incarico il 31 dicembre 1983.
Per più di dieci anni – dal 1986 al 1997 – Carlo Malinconico ricopre importanti incarichi istituzionali, dapprima come Consigliere Giuridico presso alcuni Ministeri, come quello del Tesoro, della Marina Mercantile, dei Trasporti e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, infine dal 1990 è capo Ufficio Legislativo per il Ministero delle Partecipazioni Statali e il Ministero del Tesoro. Nel frattempo Carlo Malinconico è Consigliere Giuridico dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ruolo che assume negli anni tra il 1992 e il 1997. In seguito entra nel settore dell’energia come Esperto dell’Autorità per L’Energia elettrica e gas, di cui diviene Direttore Generale nel periodo 2001-2002.
Nel quinquennio 1996 – 2001 è a capo del Dipartimento degli Affari Giuridici e Legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dal 17 maggio 2006 al 7 maggio 2008, nel secondo mandato legislativo del governo Prodi, gli viene affidata l’alta carica di Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. In seguito, durante l’esecutivo Monti, è nominato Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri (posizione ricoperta dal 29 novembre 2011 sino al 10 gennaio successivo) con delega al Coordinamento Legislativo, agli Affari Regionali e all’Editoria. Carlo Malinconico fonda, nel 2003, lo studio legale che porta il suo cognome: un’attività che si basa su una provata esperienza in tutti i diversi campi del Diritto, da quello Amministrativo, Civile e Penale a quello Comunitario dell’UE. Esercita oggi la professione di avvocato davanti alla Corte di Cassazione, Corte dei Conti, Corte Costituzionale, al Tar, ai giudici penali e civili e davanti alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea. Grazie all’esperienza maturata in oltre 40 anni di carriera, anche universitaria (docente dal 2002), alla produzione di letteratura di settore e alla professionalità dimostrata, è stato premiato dalla Presidenza della Repubblica con il titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana il 21 marzo 2005. Carlo Malinconico è stato insignito nel 2016 del premio “Le Fonti” come “avvocato dell’anno in diritto amministrativo”.



  • Italiano
  • English
  • Norvegese
  • Français

Ultime news

Highlights