Turismo

Scuola italiana di Ospitalità: le parole dell’’AD di CDP Fabrizio Palermo sul progetto

0 3

Nasce la “Scuola italiana di Ospitalità”: è l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo ad annunciarlo nel corso del convegno “CDP per il Turismo”, organizzato lo scorso 12 dicembre a Roma. Istituita su iniziativa di TH Resorts con il supporto del Gruppo CDP, si ispira al Campus per l’alta formazione (“Hotel school”), di gran lunga il modello formativo più apprezzato dai datori di lavoro, perché integra formazione in aula ed esperienza sul campo. La Scuola sorgerà nel complesso immobiliare dell’ex ospedale a mare al Lido di Venezia, all’interno della struttura dell’ex teatro Marinoni riqualificata da CDP. Il progetto è pensato per sostenere la competitività e l’innovazione delle aziende del turismo e dell’hospitality in Italia, settore che sta vivendo un momento di particolare trasformazione. Mai come oggi è fondamentale acquisire nuove competenze e professionalità: la “Scuola italiana di Ospitalità” risponde quindi a questa necessità. L’avvio dei primi percorsi riservati al personale esperto è previsto nel secondo semestre 2020, mentre nel 2021 sono in programma le partenze di Master e di corsi di laurea di alta formazione professionale.
Sottolineando il valore dell’iniziativa, l’AD Fabrizio Palermo ha ricordato come il settore turistico sia strategico “per il nostro Paese da un punto di vista economico e occupazionale“. La “Scuola italiana di Ospitalità” rappresenta quindi per CDP l’opportunità di rinnovare il proprio impegno nel turismo e di valorizzare “la tradizione italiana nell’ospitalità con una forte attenzione agli investimenti nel capitale umano“. Un’occasione quindi per “offrire agli specialisti del settore la possibilità di acquisire nuove competenze e la continua crescita professionale, fattori chiave per garantire supporto all’innovazione e alla competitività del turismo e per affermare l’eccellenza italiana a livello internazionale“.
Fabrizio Palermo, intervenuto al convegno, ha spiegato inoltre come il turismo rappresenti “un volano di sviluppo in Italia molto importante” e necessiti di importanti investimenti su tre assi: le strutture, le persone e l’innovazione. L’idea della Scuola si sviluppa quindi a partire “dalla conoscenza di quelle che sono le richieste del mercato e mettendo insieme due aspetti centrali come l’innovazione e l’italianità” ha concluso l’AD e DG di CDP. E i tre focus su innovazione, occupazione e formazione nel settore turistico che sono stati presentati nel corso dell’evento lo confermano.

Scuola italiana di Ospitalità: le parole dell’’AD di CDP Fabrizio Palermo sul progetto 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

  • Italiano
  • English
  • Norvegese
  • Français

Ultime news