Finanza

Auro Palomba: “Andreotti incontra agenti di Borsa”

0 4

Nel capannone di Piazza degli Affari è tutto pronto. L’appuntamento di questa mattina alle 10 è infatti di quelli che segnano un’epoca, almeno nelle speranze degli operatori. Un presidente del Consiglio in Borsa è un evento che capita due volte al decennio, e in questa occasione l’arrivo di Giulio Andreotti, accompagnato dal nuovo presidente della Consob Enzo Borlanda, è da sfruttare. A due settimane dalle elezioni, e nel momento forse peggiore per il mercato azionario, la gente di Piazza Affari vorrà far sentire la propria voce e le proprie richieste al presidente del Consiglio, certi che il momento é propizio per ottenere qualcosa. Anche per questo c’é un po’ di apprensione sul volto di Attilio Ventura. Il presidente degli agenti di cambio ha accettato la candidatura al Senato per la corrente andreottiana. Non è un mistero che questa decisione non sia stata gradita fra le corbeille. Sono in tanti ad avere visto una qualche forma di “scambio”, per il comportamento ultra-governativo tenuto da Ventura nella lunga gestazione della legge sulle Sim. I sospetti sono tanti, e non è escluso che questa mattina si manifestino in modo anche clamoroso all’arrivo di Andreotti in Borsa. Certo il presidente del Consiglio può giungere fra le corbeille sull’onda della più lunga serie di leggi finanziarie approvate. Sim, Insaider trading, Opa, Antitrust in pochissimi mesi, sono un corredo che fa quasi annullare il ritardo dell’Italia con gli altri paesi industrialmente avanzati. Mancano i Fondi pensione, ma sono in pochi a sperare che possano*venire approvati nel breve periodo. Troppi ostacoli e troppi interessi frenano questo provvedimento. Sull’altro piatto della bilancia c’é un listino debole, che solo grazie alle ultime due sedute ha recuperato la quota di inizio anno, e con giornate che trascorrono su scambi dal controvalore medio inferiore ai 100 miliardi di lire. Anzi, qualcuno ha azzardato l’ipotesi, all’apparenza inverosimile, che l’improvviso recupero sia da addebitare a un desiderio di non esacerbare gli animi. Andreotti a Piazza Affari è anche il “colpo” del nuovo presidente della Consob, Enzo Berlanda. In pochi mesi questo omino che viene dal Nord ha portato in commissione un rigore e un’efficienza che in Borsa sono subito state notate e apprezzate. La gestione del caso “Gennari” da questo punto di vista è stata definita esemplare. Ma uno dei punti nodali del programma di Berlanda, enunciato nel giorno dell’insediamento, era di riportare l’attenzione di governo e Parlamento sul mercato azionario. L’aiuto delle elezioni non è stato certo secondario, ma Berlanda in un mese è riuscito nel suo intento, portando addirittura il presidente del Consiglio nel capannone di Borsa. Per l’occasione la giornata di Borsa subirà alcune variazioni. Le contrattazioni alle grida cominceranno alle 11 invece che alle 10, per dare tempo ad Andreotti di pronunciare un discorso dal palco insediato per l’occasione in mezzo alle corbeille. Il sistema telematico rimarrà invece sospeso dalle 10 alle 11, prevista anche una visita a Palazzo Mezzanotte, storica sede della Borsa, i cui lavori di restauro sono ultimati.

FONTE: Il Messaggero
AUTORE: Auro PalombaAuro Palomba, Community GroupAuro Palomba, Fondatore e Presidente di Community Group

Vota questo articolo

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

  • Italiano
  • English
  • Norvegese
  • Français

Ultime news