Renato Mazzoncini
Energie rinnovabili

Transizione ecologica, Renato Mazzoncini (A2A): “Strada ancora lunga, necessaria roadmap chiara”

0 5

“Faccio parte di quelli che pensano che nel 2050 riusciremo ad arrivare a CO2 zero. Per arrivarci dobbiamo raggiungere obiettivi sfidanti, come quello di arrivare al 55% di energie rinnovabili entro la fine del decennio. Ormai abbiamo le tecnologie adatte, basta solo implementarle: ciò che serve ora è una roadmap molto chiara”. A dichiararlo Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato della Life Company A2A. Nel suo recente intervento a “Futura. Storie di economia per l’ambiente”, il manager fa il punto della situazione sul percorso ormai inevitabile verso la transizione ecologica. Una strada che per l’AD appare ancora in salita: “Oggi l’energia primaria che utilizziamo è ancora prevalentemente petrolio e carbone: a livello mondiale siamo ancora all’80%. Abbiamo parecchio da fare: la nostra fortuna sono le energie rinnovabili, come ad esempio il sole o il vento, sostanzialmente infinite”. Pale eoliche, pannelli solari, batterie, idrogeno, biogas: gli strumenti ormai ci sono e nel prossimo futuro il problema dell’energia sarà solo un ricordo. L’Italia, grazie alle sue caratteristiche, ha tutte le carte in regola: “Madre natura non ci ha dato né carbone né petrolio: dagli inizi del ‘900 l’Italia si basa sull’idroelettrico. La rinnovabile più bella di tutte – sottolinea Renato Mazzoncini – perché a differenza del sole e del vento posso aprire e chiudere il rubinetto a seconda della domanda di energia”. Tra i pilastri del nuovo Piano Industriale di A2A c’è proprio la crescita delle rinnovabili: “Nei prossimi dieci anni abbiamo deciso di installare in Italia 65 gigawatt di rinnovabili tra eolico (15) e fotovoltaico (50). Abbiamo chiuso quest’anno al carbone, stessa cosa accadrà all’olio combustibile”. Due sono le problematiche da risolvere: “Da un lato installare più impianti eolici e fotovoltaici, il secondo è l’incertezza della produzione che richiede delle centrali a gas ad alta efficienza da attivare quando c’è bisogno. Stiamo lavorando e sono certo – conclude – che in Italia riusciremo a centrare gli obiettivi al 2030 e quelli di decarbonizzazione al 2050″.

Per visualizzare il video dell’intervento:
https://www.youtube.com/watch?v=wDBjbt3P9GA

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

News

Tag

21 Investimenti A2A Alessandra Fornasiero Alessandro Belloni Alessandro Benetton Alkemy S.p.A. Almo Collegio Borromeo Amos Genish Andrea Girolami Andrea Prencipe Anna Tavano Antonio Franchi Arturo Bastianello Auro Palomba Beatrice Trussardi Carlo Malinconico Claudio Descalzi Clouditalia Cogefim Community Community Group Cristina Scocchia Danieli S.p.A. Davide Apollo Davide Serra Diego Biasi EI Towers Elisabetta Ripa Enel Ernesto Pellegrini EXITone Ezio Bigotti F2i fabbro Fabio Inzani Fabrizio Palermo Federico Cervellini Federico Motta Editore FME Education Fondazione Giovani Leoni ETS Frabemar Francesco Bevere Francesco Starace FSI Gianluca Ius Giovanni Lo Storto Giuseppe Recchi Gregorio Fogliani Gruppo Danieli Gruppo PAM Gruppo Riva Gruppo Uvet ICS Maugeri S.p.A. ICS Maugeri Spa IRIDEOS Iyad Farah Lorenzo Damia Luca Valerio Camerano Luigi Ferraris L’Oréal Italia Marcella Marletta Marilisa D’Amico Mario Putin Martin Gruschka Massimo Pessina Maurizio Tamagnini Mauro Moretti Mauro Ticca Moby Spa Municipia S.p.A. PAM Paola Severino Paolo Campiglio Paolo Risso Parajumpers Pessina Costruzioni PFE S.p.A. Pierfrancesco Latini pronto intervento Quercus Quercus Assets Selection Renato Mazzoncini Renato Ravanelli Rinaldo Ceccano roma Salvatore Leggiero Salvatore Navarra Sebastien Clamorgan Serenissima Ristorazione Springwater Capital LLC Stefano De Capitani Stefano Donnarumma Susanna Esposito Telecom Italia Terna TWT Venia international Vito Gamberale Vittorio Massone William Fabbro