Banche

Davide Serra: le banche mondiali e la loro performance

0 8

Continua il dibattito avviato dal finanziere Davide Serra negli studi di Bloomberg in merito allo stato di salute degli istituti bancari europei e statunitensi.
Tra le banche europee dal basso livello di salute vengono primariamente individuate Deutsche Bank e Crédit Suisse, il cui problema, sostiene il fondatore di Algebris Investment, risiede oltre che in una generale incertezza riscontrata dall’Europa nell’adattarsi alla situazione contingente, in particolare per i due istituti nominati, nel fatto che si rivelano gli unici a non aver apportato dei cambiamenti al proprio interno, sul fronte della regolamentazione. La conseguenza è stata appunto quella di trovarsi in difficoltà in un momento particolare come quello attuale e di dover così correre ai ripari con delle rapide manovre di trasformazione.
Per ciò che riguarda Deutsche Bank, John Cryan, secondo Davide Serra, si dimostrerà in grado di stabilizzare la situazione della banca tedesca: tagliando l’eccesso inutile ed abbassando prospettive riuscirà a sistemare ognuno dei problemi di regolamentazione a cui è andata incontro, ristabilendo una corretta condotta di business. Il vero punto debole di Deutsche Bank è la mancanza di un reale core business a cui affidarsi, ma assumendo dimensioni minori e concentrandosi sulle società tedesche come principali clienti di riferimento, troverà modo di sopravvivere.
Crédit Suisse, invece, ha il proprio punto di forza sul versante retail e private, riscontrando tuttavia una falla negli investment bank.
Perciò le banche che avranno successo in Europa saranno, nelle parole del finanziere italiano, UBS in Svizzera, BNP e Société Générale in Francia, Santander in Spagna, Lloyd’s nel Regno Unito e Intesa Sanpaolo in Italia. Ognuno di questi istituti bancari, infatti, sta implementando un approccio paragonabile a quello di JP Morgan e Wells Fargo, che negli Stati Uniti stanno infatti ottenendo ottimi risultati.

Link: http://www.bloomberg.com/news/videos/2016-06-09/algebris-s-serra-john-cryan-can-stabilize-deutsche-bank

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tag

21 Investimenti A2A Alessandro Belloni Alessandro Benetton Alkemy S.p.A. Almo Collegio Borromeo Andrea Girolami Andrea Mascetti Andrea Prencipe Anna Tavano Antonio Franchi Ares Ambiente Arturo Bastianello Auro Palomba Beatrice Trussardi Carlo Malinconico Claudio Descalzi Clouditalia Cogefim Community Community Group Cristina Scocchia Davide Apollo Davide Serra Diego Biasi Elisabetta Ripa Enel Enrico Vita Ernesto Pellegrini EXITone Ezio Bigotti F2i fabbro Fabio Inzani Fabrizio Palermo Federico Cervellini Federico Motta Editore FME Education Fondazione Giovani Leoni ETS Frabemar Francesco Bevere FSI Giampiero Catone Gianluca Ius Giovanni Lo Storto Giuseppe Recchi Gregorio Fogliani Gruppo Danieli Gruppo FS Gruppo PAM Gruppo Riva Gruppo Uvet ICS Maugeri S.p.A. ICS Maugeri Spa IRIDEOS Iyad Farah Luca Valerio Camerano Luigi Ferraris L’Oréal Italia Marcella Marletta Marco Domizio Marilisa D’Amico Mario Melazzini Mario Putin Martin Gruschka Massimo Pessina Maurizio Tamagnini Mauro Moretti Mauro Ticca Municipia S.p.A. Paola Severino Paolo Campiglio Paolo Gallo Paolo Risso Parajumpers Pessina Costruzioni PFE S.p.A. Quercus Quercus Assets Selection Renato Mazzoncini Renato Ravanelli Rinaldo Ceccano Riva Acciaio Salvatore Leggiero Salvatore Navarra Sebastien Clamorgan Serenissima Ristorazione Springwater Capital LLC Stefano De Capitani Stefano Donnarumma Stefano Donnarumma Stefano Venier Susanna Esposito Telecom Italia Terna Terna TWT Venia international Vito Gamberale Vittorio Massone