Economia

La situazione economica italiana nelle recensioni visionate da Cogefim S.r.l.

0 2

Presentate durante la 91ma Giornata mondiale del risparmio, le recensioni pubblicate da Acri e Ipsos riportano dati sulla sensibilità economica degli italiani che incontrano l’interesse di Cogefim S.r.l.

Cogefim S.r.l. e le recensioni Acri/Ipsos

In occasione della 91ma edizione della Giornata mondiale del risparmio Acri e Ipsos hanno presentato una ricerca condotta per sondare la percezione degli italiani rispetto alla condizione di crisi che l’economia nazionale sta sperimentando. I dati riportati nelle recensioni influiscono sull’attività di società fondanti nel panorama economico italiano, quale Cogefim S.r.l., che grazie a tale indagine rileva quale sia il morale più diffuso all’interno delle famiglie e dei lavoratori. Per quanto riguarda il 2015 tra gli investimenti considerati più affidabili e redditizi rimane quello relativo alla casa, in particolar modo nelle aree del Centro e del Sud, per un totale del 29% dell’intera popolazione italiana. Permane in ogni caso una maggioranza relativa di un 35% di cittadini che percepisce quale più convenienti strumenti di investimento quali risparmi postali, oppure titoli di Stato e obbligazioni. Tale sensibilità all’investimento si inserisce in più generale clima di crescente ottimismo per le proprie condizioni economiche proiettate sul futuro, nonostante permanga un clima sotteso di previdenza che non percepisce la reale fine della crisi e che, quindi, vede un aumento dei risparmiatori all’interno della popolazione nazionale (dal 33% del 2014 al 37% del 2015). Tali recensioni su una accresciuta percezione di benessere economico si rivelano dunque un ottimo strumento di lettura della società attuale per quelle realtà imprenditoriali che giocano un importante ruolo nel panorama nazionale, come Cogefim S.r.l.

La situazione economica italiana nelle recensioni visionate da Cogefim S.r.l. 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

  • Italiano
  • English
  • Norvegese
  • Français

Ultime news